Lezioni-concerto

La musica può nominare l’innominabile e comunicare l’inconoscibile.
– L. Bernstein –

Cazzola – Ferrario – Cattaneo – Tagliazucchi – Piccolo: “Gli stili del jazz”

Come si suona il jazz? Questa lezione-concerto è di puro stile: lo storico batterista Gianni Cazzola affiancato dai talentuosi Alfredo Ferrario (clarinetto), Fabrizio Cattaneo (tromba), Gianluca Tagliazucchi (piano) e Roberto Piccolo (basso), ci illustrerà l’evoluzione della prassi esecutiva jazzistica per i piccoli ensemble, dallo swing al be-bop, dall’ hard bop al free.
Gianni Cazzola (batteria), Alfredo Ferrario (Clarinetto), Fabrizio Cattaneo (Tromba), Gianluca Tagliazucchi (piano), Roberto Piccolo (Basso)

 

A. Succi – M. Marzi: “Bach in Black”

Questo duo è un omaggio al primo “Jazzman” della storia, Johann Sebastian Bach: le sue cadenze, la costruzione delle frasi, il ritmo delle sue composizioni non hanno nulla da invidiare agli assoli che i suoi funambolici successori di due secoli dopo hanno inanellato al sax, alla tromba e con qualsivoglia strumento non ancora inventato nel settecento.

Un’assolo di Charlie Parker è praticamente costruito con le stesse regole del contrappunto bachiano, i due solisti, provenienti da differenti ambiti musicali, hanno cercato di rispondere a questa domanda: ma se Bach fosse vissuto a metà del XX secolo e, in un fumoso locale di New York City, avesse sentito Charlie Parker e il suo sassofono, Eric Dolphy e il suo clarinetto basso, come avrebbe riscritto le sue composizioni?

Da questo interrogativo è nato un duo rigoroso ma sopra le righe, classico ma moderno, serio ma ironico, pacato ma impetuoso.
Achille Succi (Sax Alto e Clarinetto Basso) e Mario Marzi (Sax Alto, Baritono e Soprano)

R. Dani: “Forme Sonore”

Forme Sonore rappresenta un percorso di ricerca/approfondimento sul tema della Forma, incentrato sulla pratica dell’improvvisazione come procedimento compositivo in tempo reale, con particolare attenzione verso i rapporti sinestetici tra suono e segno e l’uso della Conduction (conduzione in tempo reale attraverso un vocabolario di segni).

Si svolge in forma di incontro collettivo al quale partecipano esecutori con tutti i tipi di strumento e non solo; la natura concettuale del progetto lo rende aperto ad altri campi dell’espressione valorizzandone le potenzialità interdisciplinari. Non a caso questo laboratorio ha riunito finora musicisti, pittori, videoartisti, fotografi, danzatori.

Forme Sonore ha luogo in forma di masterclass in alcuni Conservatori di Musica italiani e presso diverse associazioni culturali private italiane ed estere.


Roberto Dani (Conductor)

P. Birro – L. Conte: “Il duo Pianoforte-Contrabbasso nel Jazz: Prassi esecutiva e tecnica”

Birro e Conte hanno militato insieme in innumerevoli formazioni da quasi trent’anni e condividendo un’affinità di gusti nellambito del linguaggio jazzistico, possono contare su una grande intesa musicale che diventa determinante nella peculiare formazione del duo, le cui caratteristiche verranno trattate citando esempi storicamente rilevanti e illustrando alcuni aspetti tecnici nel rapporto fra i due strumenti.
Paolo Birro (Pianoforte) e Lorenzo Conte (Contrabbasso).